Altino2018-10-21T11:59:31+00:00

L’Antica Città di Altino

Nella località di Altino si trova l’importante area archeologica in cui è presente il Museo Archeologico Nazionale di Altino.

Le origini di Altino risalgono all’età epipaleolitica (VIII-V millennio a.C.). Tuttavia solo nell’età del Bronzo (tra il XV e il XIII secolo a.C.) si ebbe il primo insediamento stabile.

Il contatto con i Romani che avvenne nel II secolo a.C., non fu violento, ma si concretizzò in alleanze fino al 131 a.C. in cui iniziò il processo di romanizzazione con la costruzione della via Annia: iniziata dal pretore Tito Annio Rufo, collegando Adria ad Aquileia, passava per le città di Padova, Altinum e Concordia Sagittaria.

La fusione avvenne, così, nel periodo tra gli anni 49 e 42 a.C.: alla fine del I secolo a.C., l’Italia venne divisa dall’imperatore romano Augusto in undici circoscrizioni. Venetia et Histria fu chiamata la Decima Regio nella quale Altino occupò un ruolo molto importante.

Nel 47 d.C., durante l’età imperiale, si ebbe la costruzione di un’altra fondamentale arteria di comunicazione, la via Claudia Augusta conclusa dall’imperatore Claudio, che collegava l’Adriatico con le regioni del Danubio.

Il Museo Archeologico di Altino

Il Museo Archeologico Nazionale di Altino presenta al pubblico i reperti archeologici più rappresentativi di Altino pre-romana e romana, città e porto principale dei Veneti antichi.

Al piano terra si trovano le sezioni preistorica, dell’età del Bronzo e dell’età del Ferro della città (oltre ad una campionatura di materiali preistorici provenienti dalla laguna) con l’esposizione di reperti preistorici dal Mesolitico al passaggio dall’età del Bronzo all’età del Ferro e manufatti di epoca pre-romana relativi all’abitato, ai luoghi di culto e alla necropoli, tra cui due sepolture di cavalli.

Le ricostruzioni di importanti contesti funerari in cassetta lignea e in recinto di tegole testimoniano dei rituali funerari di Altino nel quinto secolo a.C. e durante il periodo della romanizzazione.

Si prosegue al primo piano con l’insediamento indigeno del periodo di romanizzazione e con la città romana di Altinum.

Il percorso analizza gli elementi di continuità e cambiamento determinati dal progressivo contatto con la realtà di Roma e documenta i vari aspetti della vita pubblica e privata del municipium: urbanistica, architettura, articolazione della società, espressione artistica, commercio.

MUSEO ARCHEOLOGICO DI ALTINO – Via San Eliodoro, 56 – Quarto d’Altino (VE)

Tel. +39 0422 789443

Giorni e orario apertura:

Martedì-Domenica 8.30-19.30; Lunedì 8.30-13.30

Chiusura settimanale: Lunedì pomeriggio

Orario biglietteria: Martedì-Domenica 8.30-19.00; Lunedì 8.30-13.00; Prenotazione: Nessuna

Per maggiori informazioni cliccate questo Link

Cosa puoi trovare nelle vicinanze del Museo Archeologico di Altino:

Un Viaggio nella GreenWay

Avvolti nella Storia

un Percorso ciclabile……

Esperienze Enogastronomiche