Treviso: perla che non ti aspetti2018-10-21T17:13:05+00:00

Treviso: città d’acque e di ingegno

Visitare Treviso significa iniziare dal cuore della città: Piazza dei Signori con il famoso Palazzo dei Trecento, dove si riunivano le assemblee comunali (composte appunto da trecento membri). Il Palazzo dei Trecento si prolunga lungo la piazza dei Signori nel palazzo del Podestà con la torre del Comune, alta 48 metri.

Attraversato il sottoportico tra la Prefettura e il palazzo dei Trecento si entra nel mondo delle acque del centro storico.

Chi si avvicina per la prima volta a Treviso avvertirà subito l’insolito spessore della presenza fluviale entro le cinta delle mura veneziane, a loro volta bagnate da un fossato oppure dal Sile stesso.

A poca distanza troviamo la caratteristica Pescheria, una piccola isola dove si svolge il tradizionale mercato del pesce, nei cui pressi esistono ancora ruote di mulini e palazzi antichi che si specchiano nelle acque.

Dalla Pescheria si ritorna verso il canale Cagnan e costeggiandolo si attraversa il ponte di San Francesco e poco dopo il Canale dei Buranelli in uno scorcio unico con locali storici, mulini e salici piangenti che fanno di questa zona un luogo ideale e meraviglioso dove passeggiare in tutta tranquillità.

Passando per il complesso di San Francesco si raggiunge  Porta San Tommaso, costruzione veneto-lombardesca, con ricca facciata decorata da trofei di armi e stemmi e con un grande leone al centro. E’ la più elaborata delle tre porte veneziane tuttora esistenti in città.

Da Porta di San Tommaso si possono ammirare le bellissime mura che circondano tutta la città storica di Treviso. Progettate nel 1509 per proteggere l’abitato dall’attacco di Venezia.

Ritornando in Piazza dei Signori si trova Calmaggiore:  un’elegante strada costeggiata da portici e negozi. Entrando in una galleria di negozi sulla sinistra (verso Piazza dei Signori) si trova la famosa Fontana delle Tette, chiamata così perchè un tempo gettava vino bianco e rosso durante i festeggiamenti.

Le Chiese e i Musei di Treviso

Monumento notevole è il Duomo che contiene, all’interno della Cappella Malchiostro, gli affreschi del Pordenone e la pala con l’Annunciazione del Tiziano. Altri tesori artistici sono racchiusi nel polo museale di Santa Caterina dei Servi di Maria, tra cui il ciclo delle storie di Sant’Orsola di Tommaso da Modena, e alcune opere di G. Bellini, Lotto, Tiziano, J. Bassano.

Merita una visita anche la chiesa domenicana di San Nicolò, con la celebre sala del Capitolo affrescata da Tommaso da Modena.

Per gli amanti dell’arte l’appuntamento è nella Casa dei Cararresi, divenuta i questi ultimi anni sede di prestigiose mostre internazionali.

Con tutto questo camminare è arrivato il momento di fare una pausa per un’ombra di vino e magari anche un piccolo spuntino. In centro è pieno di osterie e trattorie tipiche dove fare una pausa e assaporare le meravigliose proposte enogastronomiche della terra veneta.

Cosa puoi trovare nelle vicinanze di Treviso:

Un Viaggio nella GreenWay

Avvolti nella Storia

Esperienze Enogastronomiche